FORUM
|
Registrati

Piana Romana è una frazione di Pietrelcina che si raggiungeva a piedi percorrendo una mulattiera. Il centro abitato distava circa mezz'ora a piedi, i Forgione vi si recavano quasi tutti i giorni per raggiungere i possedimenti. Nei periodi di pieno raccolto Padre Pio, ancora bambino, e la sua famiglia qui dimoravano. Qui infatti si trova la Masseria dei Forgione.

Nell'appezzamento di terreno di proprietà della famiglia di Padre Pio sono conservati, ancora oggi, alcuni tra i più importanti oggetti rurali. Qui vi è il famoso Olmo delle Stimmate invisibili, il Seggiolone ed il Pozzo.

Questo luogo è testimone di fatti straordinari ed ancora oggi conserva quella ineguagliabile onda mistica che solo chi vi si reca in visita può avvertire.

"Lì c'è stato Gesù e la Madonna..." era solito dire Padre Pio quando parlava di questo luogo.

 

Durante l'estate, quando faceva molto caldo, Padre Pio era solito sedersi sotto l'ombra dell'Olmo; ed è proprio sotto quest'olmo che ricevette per la prima volta le Stigmati l'8 settembre 1911.

 

Il tronco di quest'albero è stato imbalsamato ed è custodito in una teca di vetro nella piccola chiesetta dove una volta sorgeva una capannuccia, luogo in cui il giovane Padre Pio trascorreva molto tempo quando portava a pascolare le pecore.

 

La via del Rosario è la stradina di campagna che, dal Rione Castello, porta a Piana Romana. Padre Pio percorreva questo percorso ogni volta che si recava a Piana Romana, luogo che, come tutti ben sanno, ha contribuito positivamente alla formazione spirituale del futuro Santo. Lui era solito dire: "Custodite quei luoghi lì c'è stato Gesù e la Madonna...".

Lungo questa strada, che misura circa 3km tra salite e ripide discese, in serena solitudine recitando il Rosario Padre Pio, da ragazzo, da studente ed anche da Sacerdote, si recava alla "masseria" che la sua famiglia possedeva a Piana Romana.

Questo luogo è divenuto oggi un punto di incontro di migliaia e migliaia di pellegrini che, recandosi nel paesino in provincia di Benevento sulle orme di Padre Pio, ripercorrono questa strada di campagna recitando il Rosario. Certamente, e chi lo ha potuto sperimentare lo conferma, ripercorrendo questa via di preghiera si avverte, sia nel corpo che nella mente, una sensazione di liberazione e di pace interiore difficilmente descrivibile.

 

Nel 1909 Padre Pio, durante il suo percorso religioso, viene rimandato a Pietrelcina per problemi di salute.

La Torretta, struttura composta da una sola stanza, diventa la dimora di Padre Pio dal 1910 al 1912. L'arredamento è spoglio: solo un letto, un tavolo e pochi arredi.

Questo è uno dei luoghi più importanti della vita spirituale di Padre Pio: qui iniziò a scrivere parte del Suo Epistolario, ebbe molteplici apparizioni di Gesù e della Madonna e sostenne furibonde lotte contro il demonio.

 

Un altro ricordo significativo di Piana Romana, a cui Padre Pio teneva tanto, sono due grosse pietre, che gli servivano da panca. "Erano il mio seggiolone - diceva - di là vedevo spuntare e calare il sole".

Seduto su questi massi Padre Pio recitava il Rosario, meditava e glorificava il Signore. Ed è proprio da qui che, probabilmente, avvenivano i suoi dialoghi con Gesù e la Madonna.

Questo seggiolone era collocato proprio all'ombra del "Grande Olmo" che, per i devoti del Santo stimmatizzato, ha assunto un'importanza storico-spirituale di grande rilevanza.

Si racconta che un pietrelcinese tentò invano di spostare "il seggiolone" quando Padre Pio era ancora in vita. Oggi il Seggiolone è parte integrante ed inamovibile di questa terra santa, di questo luogo intriso di misticismo.

 

Lungo il viale che conduce alla cappella dell'Olmo, sulla sinistra, si scorge un pozzo in pietra, ottimamente conservato.

Fu scavato da Zì Grazio dietro suggerimento di Padre Pio.

Si racconta che Padre Pio, adolescente, stanco di vedere il padre che invano scavava alla ricerca dell'acqua, gli indicò il luogo preciso dove scavare. Ovviamente, dopo pochi metri iniziò a sgorgare l'acqua.

 

Risalente al XII secolo, Sant'Anna è il luogo dove Padre Pio fu battezzato il 26 maggio 1887 e cresimato il 27 settembre 1889. Questa chiesetta è uno dei luoghi più importanti nel percorso mistico di Padre Pio.

Il piccolo Francesco aveva solo cinque anni quando qui per la prima volta gli apparve il Sacro Cuore di Gesù che gli fece cenno di gradire la sua offerta di consacrarsi per sempre a lui. Sempre qui gli apparirono in visione Gesù, Maria e l'Angelo Custode.

Una vota Sacerdote, in questa chiesa celebra spesso la Santa Messa e confessa i suoi compaesani. La Madonna, a volte, lo accompagna all'altare per celebrare le Messa.

 

Nella frazione di Piana Romana, tra vecchi olmi ed un gruppetto di case vi è la "masseria" dei Forgione.

Sono ben conservati il focolare, vari attrezzi di contadini e il pavimento di nuda pietra.

All'interno di questo luogo il tempo sembra essersi fermato.

 

In questa chiesa Padre Pio, allora frate, iniziò il suo apostolato ed ottenne il diaconato nel 1909.

Il 14 agosto 1910, quattro giorni dopo essere stato ordinato Sacerdote, celebrò la sua Prima Messa.

Qui Padre Pio ebbe lunghissimi momenti di estasi ed intimità con Dio durante le sue preghiere ed il fenomeno mistico della fusione dei cuori.

 


Storia del Programma

Storia del Programma

Storia del Programma

Luoghi

Luoghi di Padre Pio

I Luoghi Sacri

Scopri Pietrelcina

Pietrelcina - Culla di spiritualità e terra di tradizioni

Guarda il Video!

In Campania

In Campania

In Campania

Foto Gallery

Foto Gallery

Vai alla Foto Gallery

Video Gallery

Video Gallery

Vai alla Video Gallery

Presepe Vivente - Pietrelcina

 

Regione Campania - Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali

Co-Finanziamento Unione Europea

 

La tua Campania cresce in Europa

 

Comune di Pietrelcina

S5 Box